Creare una buona Brand Identity

Crearsi una buona Brand Identity

Alla base di un’azienda c’è il brand, o marchio, caratterizzato dal nome, il logo e molto altro. Infatti, quando si pensa ad un’azienda, vengono in mente vari aggettivi. Quello che deve fare un’azienda è crearsi una buona brand identity, ossia l’insieme degli scopi e dei valori che essa vuole trasmettere e che sono uno dei fattori che spingono le persone ad affidarsi a questo brand. Vediamo quindi quali sono i passaggi per crearsi una buona brand identity.

Caratterizzazione

Il primo passo da compiere è descrivere tutto quello che ha portato alla nascita del prodotto o dell’azienda: lo spunto da cui è nata l’idea che ha fatto nascere il progetto, da quanto tempo ci si sta lavorando, quali sono stati i cambiamenti avvenuti rspetto all’idea iniziale, quale sia l’obiettivo che l’azienda o prodotto ha, a chi è rivolto e, soprattutto, quali sono i valori dell’azienda.

La raccolta di tutte questi elementi ci aiuterà a realizzare la base su cui costruire la nostra brand identity. Un consiglio che vi do è di scrivere accuratamente tutte le nozioni che vi vengono in mente. Vi aiuterà a definire meglio il vostro punto di partenza. Inoltre, in questo modo, non dimenticherete nulla.

Visualizzazione

Una volta caratterizzata la propria azienda o prodotto, può essere utile trasformare queste informazioni in immagini. Scegliete delle foto o delle immagini che vi facciano pensare alla vostra azienda. Potete anche includere dei materiali o delle scene di vita, qualcosa che vi trasmetta delle emozioni.

Scrivete poi un elenco di aggettivi e sensazioni che queste immagini vi trasmettono. Se corrispondono al messaggio che volete trasmettere allora avete scelto le caratteristiche giuste. Tenetele sempre a mente perchè vi aiuteranno nei passi successivi e saranno d’ispirazione quando inizierete a comunicare il vostro marchio alle persone.

Nome e logo

È il momento di parlare di una delle fasi più delicate in quanto rimarrà stabile nel tempo, subendo solo piccole variazioni: quella della scelta del nome e del logo.

Per il nome, se non ne avete già in mente uno, cercate qualcosa d’impatto, di originale e, soprattutto, che non sia banale. Buttate giù qualche idea e verificate che queste non siano già state usate. Evitate anche somiglianze con altre aziende, specialmente se lavorano nello stesso settore. Affidatevi alla semplicità, senza ricercare qualcosa di lungo e complesso. Scegliete piuttosto qualcosa che sia facile da ricordare e rimanga facilmente impresso nella mente delle persone. Anche se sceglierate un marchio che non riporti immediatamente al settore in cui lavorate non preoccupatevi per ora. Sarà nella fase della comunicazione che dovrete trovare il modo di far comprendere l’associazione del vostro marchio al vostro settore.

Per quanto riguarda il logo, questo può essere formato semplicemente da una scritta (logotipo) oppure rappresentato da elementi grafici o pittogrammi. Inizialmente, è bene associare un logotipo a degli elementi di grafica, ma col tempo, se il vostro marchio diventa ben diffuso, potrete essere riconosciuti anche omettendo il logotipo. Pensate alle grandi aziende e vi accorgerete che non c’è bisogno del nome per riconoscerle, vi basterà il loro simbolo.

Già che ci siete, fate anche caso a com’è strutturato il loro logo. Se non in tutti i casi, nella maggior parte il logo è costituito da pochi, semplici elementi. Infatti, quando si parla di loghi, la prima cosa da tenere in mente è la semplicità. Considerate che il logo molto spesso è di piccole dimensioni, quindi deve essere facilmente riconoscibile anche se microscopico. Evitate quindi di riempirlo di elementi o di fare logotipi troppo articolati. Inoltre usate pochi colori, che saranno poi alla base della grafica di tutti i mezzi di comunicazione che userete.

Quali colori usare

Per quanto riguarda la scelta dei colori, esiste uno studio sull’uso di determinati colori in base ai vari settori e alle emozioni che si vogliono trasmettere, in quanto ogni colore stimola determinate sensazioni. Eccone alcune:

  • Rosso: è generalmente associato ad amore, passione e vitalità. Stuzzica l’appetito, perciò viene usato dalle aziende alimentari. È anche legato all’impulsività, per questo usato per i saldi o per le offerte. Simboleggia però anche pericolo (guardate i segnali stradali) e fa spesso venire in mente il sangue. Essendo molto forte come colore, può stancare facilmente, quindi usatelo con moderazione.
  • Giallo: è il colore dell’energia, favorisce la comunicazione ed è associato alla positività e alla crescita. È spesso usato dalle aziende energetiche e da quelle tecnologiche. Essendo acceso è anch’esso usato per segnalare alcune situazioni di pericolo.
  • Arancione: rappresenta la creatività e l’energia mentale. Infatti è usato da centri ricreativi, palestre e nel settore del design, ma anche da industrie alimentari perchè stimola l’appetito e il consumo di energia.
  • Viola: usato per la spiritualità e l’interiorità, ma è anche un colore elegante, misterioso e associato alla fantasia. È utilizzato dalle aziende di moda, nell’industria dei profumi e nei settori della finanza, del marketing e del web.
  • Rosa: femminilità, romanticismo e delicatezza sono le prime sensazioni che trasmette questo colore. Da usare con attenzione perchè associato alle donne. Meglio usarlo per aziende o prodotti correlati alla prima infanzia, specialmente per giochi o vestiti per bambine.
  • Blu: uno dei colori più usati in quanto è tra i più preferiti delle persone. Suscita un senso di pace, relax e fiducia. È usato soprattutto per i loghi delle istituzioni, partiti politici e nel settore bancario/finanziario, ma è possibile trovarlo ovunque.
  • Verde: anche questo colore ispira pace e tranquillità, molto probabilmente perchè associato alla natura, ed è infatti associato all’ecologicità. Trasmette anche un senso di intraprendenza e crescita, per questo usato nel mondo della tecnologia. In base alle sfumature possono cambiare i suoi usi.
  • Marrone: anch’esso un colore della natura e, in particolare, della terra. In base alle tonalità cambia il suo significato. Scuro usato per esprimere semplicità e durevolezza, mentre chiaro per tranquillità e comfort. Usato molto da aziende legate al cioccolato, al caffè e al legno, ma anche da attività rustiche come pub e agriturismi.
  • Grigio: associato al metallo, ne trasmette le caratteristiche di resistenza. È usato da aziende tecnologiche, informatiche e automobilistiche. È uno dei colori che esprime eleganza e raffinatezza.
  • Bianco: usato per gli sfondi e per far risaltare gli altri colori. Può essere usato da aziende che si occupano di matrimoni.
  • Nero: è un colore che sta bene con tutto. Ma senza esagerare. Infatti, può risultare un colore pesante. È molto usato nei settori della moda, dei profumi, dell’arte e del design. È anche il colore della morte, quindi attenti a come lo usate.

Comunicazione

Una volta scelti il nome e il logo è ora di pensare a come trasmettere i vostri messaggi. Il primo passo da compiere è identificare la clientela di riferimento e creare delle persone fittizie che le rappresentino, le cosiddette personas. Queste vi aiuteranno a capire se usare un linguaggio formale e distaccato oppure molto più informale e confidenziale.

Fatto questo è ora di pianificare. Infatti una buona strategia di marketing è sempre programmata e mai improvvisata volta per volta. Datevi degli obiettivi con dei dati numerici e misurabili e datevi un scadenza per ottenerli. Realizzate poi un piano editoriale per i vari canali: sito web, social e mezzi tradizionali.

Conclusione

La creazione di una buona brand identity è un processo delicato che può facilmente portare a degli errori importanti. Se ve ne occupate personalmente fate molta attenzione. Se non siete esperti di grafica, evitate di realizzare da soli il vostro logo. Sul web ci sono vari esempi di loghi che sono risultati un fallimento, o perchè brutti o per il messaggio che trasmettono. Un consiglio è quello di affidarsi a degli esperti per la realizzazione di tutti gli elementi che andranno a costituire la vostra brand identity. Quindi, non esitate a contattarci e penseremo noi a strutturare la vostra brand identity!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *