Yoast SEO: come ottimizzare la SEO delle parole chiave con un plug-in

Un plug-in per facilitare la SEO

Tra i vari metodi per ottimizzare la SEO troviamo l’uso di parole chiave. Queste sono fondamentali in quanto vengono utilizzate dai motori di ricerca per associarle alle ricerche effettuate dalle persone. Però, specialmente se è da poco che si ha un sito web, è difficile capire se le parole chiave sono state usate nel modo corretto. Ed è qui che ci viene in aiuto Yoast SEO, un plug-in o estensione per WordPress.

Occhio al semaforo

Non preoccupatevi, non è nulla di allarmante. È semplicemente il metodo con cui Yoast vi comunica se ciò che avete scritto va bene o no. Verde per l’ok e rosso per dirvi che c’è qualcosa da migliorare. Ma partiamo dalle basi.

Analisi SEO

Potete trovare Yoast SEO nella parte inferiore della schermata dove scrivete i vostri articoli o le vostre pagine su WordPress. Potrete riconoscerlo grazie, appunto, al simbolo del semaforo. Qui potrete inserire una parola chiave e Yoast SEO analizzerà il testo che avete già scritto e vi darà utili consigli su come migliorarlo per farlo trovare maggiormente dai motori di ricerca. Evitate di inserire molte parole nel box, inserite una sola parola o al massimo due per facilitare il compito del plug-in.

Yoast SEO vi dà inoltre l’opportunità di modificare direttamente il titolo SEO e la meta descrizione. Non sapete cosa sono? Quando fate una ricerca con Google o un altro motore di ricerca, vi compaiono una serie di risultati. Questi presentano un titolo della pagina con sotto un link e una descrizione. Potete modificare unicamente il titolo che appare in questi risultati digitando un titolo SEO, che può essere diverso da quello che si andrà a visualizzare poi all’interno della pagina.

Se non siete sicuri di quali parole chiave utilizzare, provate a cercare voi stessi l’argomento che volete trattare. Saranno i motori di ricerca, tramite i suggerimenti e gli argomenti correlati, ad aiutarvi a decidere quali siano le parole migliori da utilizzare. Inoltre, scrivete sempre titoli accattivanti. In fondo, anche se apparite tra i primi risultati, saranno comunque le persone a decidere se aprire o no la vostra pagina.

La meta descrizione andrà invece a modificare quella presente nei risultati di ricerca. Se non viene inserita nessuna meta descrizione, saranno i motori di ricerca stessi a scegliere quale descrizione inserire estrapolandola dal contenuto dei vostri articoli. Quindi, il nostro consiglio è di inserire una meta descrizione ben pensata, in modo che le persone sappiano effettivamente di cosa parli la vostra pagina.

Leggibilità

Ora che abbiamo ottimizzato il testo per i motori di ricerca, non possiamo scordarci di renderlo piacevole e scorrevole per le persone. In fondo, è a loro che ci rivolgiamo. Anche in questo caso Yoast SEO ci viene in aiuto. Infatti, questo plug-in analizza il vostro testo e vi dà consigli su quanto esso sia complesso e cosa potete migliorare per renderlo più adatto ai vostri lettori.

Social Media

Un ulteriore strumento che vi mette a disposizione Yoast SEO è l’ottimizzazione dei vostri articoli per la condivisione sui social media come Facebook. Nell’apposita scheda sotto il semaforo, quella identificata dal simbolo della condivisione ( 3 punti collegati con 2 linee) potrete scegliere il titolo e la descrizione visualizzati sui social e andare ad aggiungere, se volete, un’immagine pensata apposta per essi. Utile, no?

Non serve avere un punteggio massimo

Nonostante Yoast SEO sia un valido strumento, non preoccupatevi se non seguite tutti i suoi consigli. Ad esempio, se vi dice di aver ripetuto poco la parola chiave, non preoccupatevi, specialmente se avete usato altri sinonimi. Yoast SEO serve più come una linea guida che come un metodo di perfezionismo. Ricordatevi che l’ottimizzazione delle parole chiave non è l’unico parametro utilizzato per definire il vostro posizionamento nei risultati di ricerca. Questo non vuol dire che potete trascurare del tutto l’ottimizzazione dei contenuti. Cercate almeno di ottenere il semaforo verde, questo aiuterà senz’altro la SEO del vostro sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *